Serafini & Vidotto S.S

produttori vinoSerafini & Vidotto S.S

Conoscere e apprezzare il buon vino è un piacere e un atto di cultura, di consapevolezza e gratitudine verso la terra, i suoi frutti, chi la coltiva.

Francesco Serafini e Antonello Vidotto, enologi e agricoltori, fondano l’azienda agricola nel 1986 a Nervesa della Battaglia, sotto i ruderi dell’Abazia dove, tra il 1551 e il 1555, Monsignor della Casa scrisse il Galateo, nei territori della Serenissima Repubblica di Venezia, da sempre votati alla produzione di vini rossi.
Qui, Serafini & Vidotto coltivano i loro vigneti secondo etica, ricercando il gusto, osservando i ritmi e i criteri di un’agricoltura compatibile e intelligente.
Dal 1987 nei 20 ettari dell’azienda danno il loro frutto le migliori uve Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc

Merlot, mentre da 5 anni, nelle vigne sulla collina vicina all’azienda, viene coltivato il Prosecco per il “Progetto Bollicine”.
È proprio dall’attento lavoro in vigna che nasce la qualità del vino: uve mature e sane, grazie alla giusta densità d’impianto (circa 6 mila piante/ettaro) e basse rese, più o meno una bottiglia per ceppo.
Con impegno e passione, in armonia con il paesaggio, le stagioni e il giusto lavoro dell’uomo Serafini & Vidotto hanno dato vita a Il Rosso dell’Abazia, un vino che ha segnato la storia enologica d’Italia, e sono diventati i più accreditati interpreti del Cabernet a Nord Est.

Ma non solo Il Rosso dell’Abazia, anche Phigaia e poi Pinot Nero, Il Bianco, Recantina, Manzoni Bianco, Bollicine di Prosecco e Bollicine Rosé. Vini diversi e a volte lontani per carattere, gusto, aromi, sentori e accompagnamenti. Ma vicini nell’anima, quella degli essenziali principi che ne guidano la produzione, cari a Serafini & Vidotto.